La nave dei mercenari antimigranti in arrivo a Catania: la città bella si mobilita

Pierluigi DI Rosa. Maurizio Caserta di Mediterraneo Sicilia Europa e Sebastian Intelisano della Comunità di Sant’Egidio rilanciano l’appello per non assistere inermi a quello che si preannuncia come un oltraggio alla cultura siciliana dell’accoglienza e del rispetto dei diritti umani. Sullo sfondo il profilarsi di un nuovo business internazionale collegato al crescere delle pulsioni razziste che vorrebbero impedire con la violenza fascista i flussi migratori: E ARRIVANO I MERCENARI. immagini di Francesco Nicosia.

Non è da sottovalutare quanto sta accadendo a Catania.

È atteso per il 21 luglio l’attracco della nave C-Star, attualmente ferma al largo del Canale di Suez, che sbarcherà nel porto di Catania per approvvigionarsi di vettovaglie ed altre necessità.

A bordo militanti di Generazione Identitaria, gruppo dell’estrema destra francese che ha lanciato l’operazione“Defend Europe”.

Basta fare una semplice ricerca in rete, intrecciando i dati presenti, e ci si fa un’idea di che personaggi siano.

È gente che si addestra al combattimento sulle Alpi francesi e risulta collegata ad una rete internazionale che garantisce finanziamenti e risorse di varia natura.

È proprio la nave che sta arrivando a Catania, la C-Star, a consentire di capire meglio chi sono.

Tracciando i passaggi di proprietà dell’imbarcazione si scopre che appartiene ad un gruppo imprenditoriale multinazionale che fa capo allo svedese Sven Tomas Egerstrom, un 50enne al vertice di un’organizzazione che ha come business molto particolare quello della sicurezza marittima antipirateria.

Un business che si avvale dell’attività di mercenari per lo più provenienti dai paesi dell’Est Europa che vengono ingaggiati come “contractors” per operazioni “militari non convenzionali” in luoghi di particolare criticità.

Sinora l’impegno per conto di stati e multinazionali negli oceani Indiano e Pacifico e lungo le coste africane è stato particolarmente lucroso, ma adesso decisamente in crisi essendo stato completamente sgominato il fenomeno della pirateria mercantile o comunque ormai contrastato dalle forze militari dei vari paesi.

Ed ecco il colpo di genio che potrebbe agevolare questi “professionisti” a convertire il proprio “core business”, alimentato da due circostanze: l’aumento incontrollato dei flussi migratori ed il crescere delle pulsioni xenofobe che vorrebbero risolverlo con i respingimenti in mare.

Nel caso di prevalenza in Europa di politiche di estrema destra, sinora arginate, queste organizzazioni di mercenari potrebbero assumersi il “lavoro sporco”, quello che le forze militari di paesi democratici difficilmente assolverebbero.

E sarebbe tutta un’altra storia: orribile.

Quindi, l’approdo della nave C-Star è tutt’altro che un’innocua manifestazione di opinioni opinabili, ma piuttosto l’avanguardia apparentemente folkloristica di un pensiero ideologico che potrebbe condurre l’Europa alla tentazione di voler fermare la Storia chiudendo le proprie frontiere, con l’unico risultato di scatenare ancora più sofferenza e disperazione: è già accaduto.

I fenomeni migratori hanno determinato nei millenni il progresso dell’Uomo e non c’è soluzione violenta che possa impedirli, quella dell’uomo che viaggia in cerca di migliori condizioni di vita è un’avventura inarrestabile che non può essere affrontata da avventurieri senza scrupoli e politiche grette.

L’arrivo della C-Star a Catania ha avuto il pregio di provocare la reazione di tanta parte della nostra comunità, associazioni e singoli cittadini si sono mobilitati per lanciare l’allarme e la parlamentare del PD Gea Schirò ha raccolto l’appello in un’interrogazione parlamentare.

Maurizio Caserta, professore ordinario di Economia e fondatore con Aldo Premoli ed Emma Averna dell’associazione Mediterraneo Sicilia Europa e Sebastian Intelisano della Comunità Sant’Egidio sono venuti sul molo del porto di Catania per lasciare la loro testimonianza perché sono questi i momenti in cui è opportuno mostrare che si comprende cosa sta accedendo ed è necessario assumere una posizione, prima che sia troppo tardi:

 

Per visualizzare audio e video delle interviste:  http://www.sudpress.it/la-nave-dei-mercenari-antimigranti-arrivo-catania-la-citta-bella-si-mobilita/#BIeMVkrBKwTJMFVX.99