I volontari siciliani in testa ad ogni classifica per la raccolta del Banco Alimentare

 

Perché non c’è dubbio che siano un popolo generoso i Siciliani.
Conclusa la XXII Giornata Nazionale della Colletta Alimentare si tirano le somme e anche nell’edizione 2018 la nostra Isola ha saputo dimostrato dì avere un grande cuore superando le percentuali di crescita di tutte le altre regioni italiane
In tutta la Sicilia, infatti, sono stati raccolti 889.442 pasti con un incremento pari a +3,8% rispetto alla Colletta 2017
Ecco i dati del raccolto città per città: Agrigento 77.494; Caltanissetta 44.970; Catania 186.830; Enna 28.340; Messina 116.720; Palermo 187.486; Ragusa 70.544; Siracusa 68.352; Trapani 108.706 pasti
La Giornata Nazionale della Colletta Alimentare ha proposto nuovamente un gesto corale di responsabilità.
Organizzata dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus ( vvbvbbbbb) in circa 13.000 supermercati italiani lo scorso sabato si è concretizzata la risposta di oltre 5 milioni di persone, accolte da 150.000 volontari: scolaresche, giovanotti o anziani e intere famiglie
hanno reso possibile un risultato che equivale a 16,7 milioni di pasti donati.
Dato in crescita dell’1,8% rispetto al 2017, che in questo 2018 ha incluso anche donazioni on-line, modalità introdotta per la prima volta.
Quanto raccolto verrà distribuito nei prossimi mesi alle oltre 8.000 strutture caritative: i loro volontari, aiutano quotidianamente oltre 1 milione e mezzo di persone in povertà assoluta
Il Banco Alimentare in Sicilia tramite le 725 strutture convenzionate, aiuta 226.780 persone, di questi 42.138 sono bambini da 0 a 15 anni, 172.569 persone da 15 a 65 anni e 12.073 è il numero degli assistiti sopra i 65 anni.
“C’è un profondo sentimento di gratitudine in me per il grande gesto di gratuità a cui abbiamo assistito sabato – ha commentato Pietro Maugeri,Presidente del banco Alimentare della Sicilia onlus -. Gli oltre 880mila pasti donati in Sicilia rappresentano un contributo importante. E dimostrano contemporaneamente che il popolo del volontariato e tutta l’opera del Banco Alimentare forniscono un grande valore alla crescita della coesione sociale vera risposta alle spinte disgreganti della povertà diffusa presente in Sicilia.”
Solo le Associazioni di volontari oggi, in Italia, conoscono davvero e direttamente i volti e il bisogno di chi è in povertà.
A differenza di molti politici (bulli o piagnoni non fa differenza) capaci di grandi promesse, tanti rinvii e poco o niente nei fatti – sono migliaia di volontari silenziosi che condividono il sentimento di chi ha bisogno, magari non con risposte risolutive, ma affiancando con le loro azioni concrete il cammino di chi è alla ricerca di condizioni migliori di vita.

Read more at http://www.sudpress.it/i-volontari-sicilani-in-testa-ad-ogni-classifica-per-la-raccolta-del-banco-alimentare/#bVEKhGBzcuFbMkQ4.99</r.childnodes.length;d++){var>